Cos’è l’attività connessa o strumentale

Generico
Lun, 04 Giugno 2018

Più volte mi son sentito chiedere quali attività un Agente in Attività Finanziaria può svolgere ulteriormente all’attività principale.

Premetto che la mia risposta è stata sempre accompagnata da un sorriso, poiché sono i soliti quesiti tendenti a comprendere come può essere elusa un’attività le cui disposizioni di legge sono ben precise, ma soprattutto chiare.

Diciamocelo molto chiaramente!

“L’art 128-quater del Tub al comma 1, definisce l’agente in attività finanziaria il soggetto che promuove e conclude contratti relativi alla concessione di finanziamenti sotto qualsiasi forma o alla prestazione di servizi di pagamento, su mandato diretto di intermediari finanziari previsti dal titolo V, istituti di pagamento istituti di moneta elettronica, banche o Poste Italiane. Gli agenti in attività finanziaria possono svolgere esclusivamente l'attività indicata nel presente comma, nonché attività connesse o strumentali.

L’ultimo periodo dell’art.18-quater comma 1 fa pensare che si possa trovare una soluzione per eludere l’esclusività delle disposizioni di legge. Cominciamo a chiarire che per attività connesse o strumentali devono intendersi tutte quelle attività che hanno carattere ausiliario all’attività prevalente esercitata. Nelle attività connesse rientrano tutte quelle attività che possono essere espletate perché collegate all’attività prevalente o primaria.

A titolo esemplificativo, ma non esaustivo: la prestazione di servizi di informazioni commerciali necessari per l’istruttoria di una pratica; la richiesta di un estratto contributivo per il calcolo degli anni di servizio maturati per il collocamento a riposo; altra attività sempre collegata alla lavorazione di una pratica di finanziamento.

Invece, per attività strumentale, definita sempre attività ausiliaria all’attività prevalente, nel caso dell’Agenzia in Attività finanziaria possiamo intendere le attività di: formazione e addestramento in favore dei dipendenti e della rete di vendita; gestione di immobili ad uso funzionale all’attività; servizi informatici per la gestione della propria attività; studio, ricerca e analisi in materia economica e finanziaria collegata alla propria attività; assunzioni di partecipazioni. In questo ultimo caso sono da considerare le incompatibilità di legge.

Condividi su: 

Categorie