Formazione: il momento è adesso!

Generico
Lun, 18 Giugno 2018

La formazione obbligatoria, secondo le previsioni del D.lgs. 141/2010 e delle circolari OAM, deve contribuire all’apprendimento, all’aggiornamento, all’approfondimento, all’accrescimento delle conoscenze e delle competenze professionali dei soggetti iscritti, dei dipendenti e dei collaboratori adibiti al rapporto con il pubblico.

Il personale dipendente non adibito al rapporto con il pubblico, non deve essere formato! Menomale, così risparmiamo qualcosa perché non se ne può più!

Nella mentalità comune, la formazione obbligatoria viene vissuta come un costo aziendale, oltre ad una vera perdita di tempo e non come una vera e propria opportunità come dovrebbe essere!

Della Formazione Vera, di quella fatta di veri contenuti; di quella che consenta crescita personale e professionale, non se ne può fare a meno!

La Formazione non è un optional e non deve rappresentare un costo, ma l’investimento indispensabile a migliorare le performance professionali di tutti noi, per elevare il potenziale di ognuno e dell’organizzazione in cui si opera. Credo che tantissimi imprenditori, nonostante le difficoltà aziendali, investano in formazione considerandola un vero e proprio investimento sulle risorse, perché la formazione trasferisce valore aggiunto alle persone. Dopo circa un trentennio di esperienza professionale, sono arrivato alla conclusione che per fare la differenza nel settore dell’intermediazione del credito si renda indispensabile affrontare una nuova sfida.

Per affrontare una nuova sfida dobbiamo agire su noi stessi!

Sì, proprio così, agire su noi stessi!

Cominciamo ripensando a nuove modalità di approccio al mercato elevando la qualità del rapporto e della gestione del cliente! Si attiverà naturalmente, quel processo di cambiamento che ci guiderà verso nuove modalità interpretazione della nostra professione! Alziamo il tiro!

Un mercato sempre più competitivo sta reclamando, da tempo, veri professionisti di valore! Cominciamo a cambiare le nostre convinzioni, il mercato ci attende, ma prima ci osserva, ci valuta e poi sceglie!

Condividi su: 
Tags: 

Categorie